Elettrodomestici

Se siete persone attente ai temi ambientali, avrete di certo sentito parlare del 'Global Compact'. Si tratta di una 'best practice' che indirizza le aziende verso una produttività eco-compatibile ed eco-sostenibile, prestando quindi attenzione ai temi del riscaldamento globale, dell'inquinamento e del risparmio idrico.
Cosa c'entra tutto questo con il vostro bucato, e come potete dare una mano all'ambiente ogni volta che effettuare un lavaggio?
È quello che scopriremo in questa guida, nella quale vi diremo se in casa avete una lavatrice che fa bene all'ambiente.

Le lavatrici che hanno aderito al Global Compact


Sempre più aziende hanno firmato la cosiddetta 'Carta della diversità', un documento che si inserisce all'interno del Global Compact e che le impegna a fare impresa con attenzione ai diritti umani, alla tutela dell'ambiente e agli standard di lavoro.
Tra queste, a firmare la Carta, ci sono ad esempio le lavatrici Miele. Scegliere un modello di lavatrice per le sue prestazioni, non vuol dire fare caso solo ai programmi e alle funzioni.
Può voler dire anche scegliere una casa produttrice perché la si vuole sostenere nelle sue politiche attive per l'ambiente.

Come si può fare bene all'ambiente scegliendo la marca giusta


Le lavatrici di ultima generazione sono progettate per evitare sprechi di acqua e corrente. Questo è già un primo buon motivo per orientarsi verso alcune marche. L'eco-sostenibilità è un punto chiave per molte aziende, che lo attuano ad esempio con il risparmio idrico ed energetico dei loro modelli.
Tutto questo tra l'altro si trasforma in una bolletta meno cara per il consumatore.
Si parla quindi di 'lavatrici ecologiche'. Come funzionano esattamente?
Vediamolo.

Riciclare l'acqua del risciacquo è il primo passo


Avete mai considerato che l'acqua del ciclo di risciacquo della vostra lavatrice potrebbe essere riciclato?
Questa funzione è presente proprio nelle cosiddette eco-lavatrici.
Questi modelli permettono infatti di raccogliere l'acqua del risciacquo in un serbatoio distinto.
Si tratta naturalmente dell'acqua prelevata dall'ultimo risciacquo, quello in cui non c'è più traccia di detersivo.
Quest'acqua viene poi utilizzata, e di fatto quindi riciclata, nei lavaggi successivi.
Potrebbe sembrare un gesto insignificante, ma provate considerare questo: con questo sistema potreste risparmiare circa 2.000 litri di acqua ogni anno.
Immaginate questa cifra moltiplicata per tutte le case in cui si effettuano lavaggi e poi proiettate questo numero nell'arco di decenni.
Capite che impatto potete avere anche voi solo facendo un lavaggio?
È proprio in questo senso che vanno le case produttrici.
Il mercato degli elettrodomestici, e delle lavatrici in particolare, lavorano sempre più in un'ottica green e recepiscono sempre meglio le direttive dell'Unione Europea.
Tuttavia non si può fare nulla senza il contributo di ogni singolo cittadino, e anche in questo voi potete davvero fare la differenza

In definitiva quindi le lavatrici ecologiche dovrebbero essere la scelta consapevole del futuro.
Innanzitutto lavano altrettanto bene di quelle tradizionali. In compenso però consumano meno acqua grazie al sistema a doppio ingresso idrico e alle vaschette per il riciclo. Infine richiedono meno corrente, e permettono quindi di avere a fine mese delle bollette più leggere. Senza considerare poi il fatto che necessitano di meno detersivo, principale inquinante delle acque.
 

I diffusori di oli essenziali sono l’accessorio domestico perfetto per quelle persone che desiderano provare a ricercare un benessere psico-fisico all’interno della propria casa e, perché no, in ufficio. Per ognuno di noi vi sono profumi, aromi che vengono ricollegati a date situazioni, ma al tempo stesso ci sono odori che permettono oggettivamente di influenzare il nostro inconscio. E’ grazie a tale concetto che l’aromaterapia ha trovato grande diffusione per assecondare la cura del benessere fisico e psichico di ogni persona, sfruttando direttamente l’uso di oli essenziali. Questa terapia si manifesta con l’uso di un diffusore essenze, che è il mezzo diretto per mettere in atto questo concetto. Sul mercato troverai una vasta gamma di modelli che si differenziano per dimensioni, materiale e colore.

I diffusori di oli essenziali a freddo

Per avere un appartamento accogliente e moderno, ti consigliamo di affidarti ai modelli di diffusori di essenze a ultrasuoni, o detti anche freddi. Sono in grado di ionizzare e purificare l’aria di casa tua per renderla più sana e salutare per te e i tuoi bambini. La particolarità di questi dispositivi è quella di riuscire a liberare ioni negativi che sono in grado di pulire l’aria privandola di tossine. Inoltre in questo caso oltre a poter sempre sfruttare l’aromaterapia, potrai anche abbinarla alla cromoterapia, per mezzo di led colorati con diverse tonalità personalizzabili che potranno sempre creare la giusta atmosfera. La cromoterapia si basa sui benefici che ogni colore riesce a donare al corpo e alla mente, andando a stimolare sensazioni particolari. Per esempio il blu è rilassante, il rosso è considerato energizzante e il viola stimola la creatività.

Sai che cos’è un estrattore di succo a freddo? Sicuramente avrai sentito parlare di questi famosissimi slow juicer, per dirla all’inglese, che hanno ormai conquistato il mercato in lungo e in largo. Il loro grande successo è dovuto prevalentemente alla possibilità di seguire uno stile alimentare sano basato sul corretto apporto di frutta e verdura in forma liquida. La caratteristica principale di questi dispositivi è quella di lavorare con grande lentezza durante la spremitura, o meglio l’estrazione. Riescono a produrre grandi quantità di succo senza sprechi e impurità, salvaguardando sempre le vitamine e i nutrienti che rendono tanto importanti frutta e verdura. Inoltre con gli scarti che si ottengono dall’estrazione potrai preparare ulteriori ricette, come per esempio minestroni, zuppe o torte salate.

L’efficienza dell’apparecchio si esprime anche nell’estrema facilità con cui si realizza la fase di pulizia e di uso: bastano pochi minuti per avviarlo e ottenere succhi gustosi e multivitaminici e altrettanto poco tempo per pulirlo con il solo uso di un po’ di acqua. Non dimentichiamo inoltre che ti aiuterà a preparare ricette di succhi di frutta e verdura, ma anche latte vegetale (hai mai provato quello di mandorla che è perfetto per il nostro organismo) e cocktail gustosi da consumare durante le serate in compagnia dei tuoi amici.

estrattore di succo

estrattore di succo

Quanto costa mangiare sano?

E’ sicuramente la domanda principale che ci si pone in fase di acquisto: abbiamo detto che è un elettrodomestico di ottime qualità, facile da usare e pratico da pulire. Viene spesso realizzato con i migliori materiali e molti brand lo progettano per essere prima di tutto un oggetto di arredamento, così da massimizzare il livello di qualità estetica e produttiva. In commercio troverai numerose varianti offerte a un prezzo che oscilla tra i 100 e i 700 euro, ovviamente solo se parliamo di prodotti che siano davvero professionali e capaci di tutto.

Come capirai quindi è un oggetto versatile che potrà garantire una serie di importanti caratteristiche senza richiedere per forza una spesa eccessiva. Ultimo fattore da non ignorare è legato alla totale assenza di rumore (ovviamente nei modelli di qualità) che permetterà di avviarlo senza neppure rendersi conti della sua fase di lavorazione. Sono molte le persone che incontrano difficoltà nel consumare frutta e verdura, ma grazie agli estrattore a freddo di succo il tuo fabbisogno giornaliero potrà finalmente essere rispettato.  Il tuo perfetto alleato in cucina è pronto per cambiarti la vita: ora non devi fare altro che trovare il modello più adatto a te.