Energia

Entro il 2019, grazie a progetti fotovoltaici ed eolici ottimizzati, sarà possibile ottenere energia elettrica a 3 centesimi di dollaro/kWh. Il dato è molto ridotto se pensiamo al prezzo attuale, fissato sui 5 – 17 centesimi di dollar/kWh per energia tramite combustibili fossili. A dirlo è il nuovo rapporto “Renewable Power Generation Costs in 2017” che è stato presentato ad Abu Dhabi durante l’assemblea dell’International renewable energy association (Irena).

Sul fronte italiano è previsto un target quantitativo del 28% di rinnovabili, da calcolare sui consumi complessivi al 2030, oltre a un target elettrico del 55%. Al tempo stesso è sottolineata l’intenzione di fermare la produzione di energia elettrica partendo dal carbone.

Gli obiettivi futuri delle energie rinnovabili

L’Irena vuole fornire una guida strategica e svolgere un ruolo chiave nel guidare una trasformazione energetica su scala globale. Nel report che è stato presentato, oltre ad inserire i risultati che sono già stati raggiunti grazie alle energie rinnovabili, sono presenti anche gli obiettivi futuri. Tra questi citiamo una ricerca sull’energia eolica, disponibile a un costo pari a qualsiasi altra fonte. Inoltre vi è grande attenzione sul fotovoltaico, argomento di cui tratta http://www.batteriadomestica.it, il cui prezzo è già diminuito del 73% se consideriamo i dati del 2010, per arrivare a un nuovo ribasso entro il 2020.

I nuovi progetti commissionati lo scorso anno, per il settore bioenergia e geotermia, hanno un costo medio globale di circa 7 centesimi di dollaro / kWh. Ennesimo dato che indica il buon andamento verso il futuro: entro il 2020 si ipotizza che le tecnologie per produrre energia rinnovabile sapranno battere sul prezzo i combustibili fossili.

Tetto solare Tesla: ora le case diventano green

by introw on

Se potessi avere una casa green e rigorosamente autonoma, che cosa faresti? E’ giunto il momento di chiederselo seriamente, perché l’attesa è finita: Tesla ha deciso di svelare i nuovi prodotti che strizzano l’occhio all’energia rinnovabile per il mercato consumer. Oltre a puntare sulla sua nuova auto Model 3, dopo aver anche acquisito SolarCity, l’azienda di Elon Musk ha deciso di entrare anche nel mondo dei pannelli solari per uso domestico e industriale. Si chiama Solar Roof ed è in tutto e per tutto un affascinante tetto solare Tesla che ti permetterà di produrre energia rinnovabile in totale autonomia, senza dover applicare ingombranti pannelli. Da quando il progetto è stato annunciato si è subito creata grande curiosità attorno alle tegole solari che sono una valida alternativa ai classici pannelli fotovoltaici. Un’idea che sembrava essere pretenziosa in un primo momento, ma che ora come non mai sembra concretizzarsi per cambiare completamente l’idea di casa e di energia: basterà montare le SolarRoof per raggiungere un’efficienza che è pari al 98%.

Come ha spiegato da Musk le speciali tegole potranno assorbire l’energia del sole e sono pensate per resistere ad ogni condizione climatica, compresi piccoli accumuli di neve che riuscirà a sciogliere sfruttando una funzione interna. A livello estetico si presentano come normali tegole e saranno disponibili in quattro modelli così da attirare un vasto target di clientela con esigenze diverse. Le finiture di questi 4 esemplari saranno personalizzate e si presenteranno sul mercato con il nome di Tuscan Glass Tile, Slate Glass Tile, Textured Glass Tile e Smooth Glass Tile. Al momento però Tesla non ha ancora fornito le specifiche energetiche e neppure i suoi prezzi, ma si ipotizza che le prime installazione possano partire già dalla prossima estate.

Contemporaneamente però l’azienda ha presentato anche un altro importante progetto per la casa, il Powerwall 2, ovvero la seconda generazione di accumulatori domestici. In questo caso sappiamo che la batteria può archiviare fino a 14 kWh di energia che avrà una potenza d’uscita di 5Kwh; il tutto sarà inserito sul mercato al prezzo di 5.500 dollari. Anche in questo caso è chiara la volontà di poter garantire prodotti che possano rendere autonoma la gestione energetica di ogni persona, rendendo completamente sostenibili le abitazioni.

Macchine, accumulatori e pannelli solari: sembra chiaro che Tesla non voglia limitarsi a questo, ma spaziare in modo da conquistare nuovi settori che mantengano fede al concetto base dell’azienda, ovvero l’ecosostenibilità.